for-freedom-consulting-logo-bianco
assolombarda-v
Cerca
Close this search box.

Consulenza business plan

Prima o poi arriva il momento di fare i conti con il Business Plan

Perché e quando richiedere una consulenza Business Plan?

Cosa inserire nel Business Plan per convincere i possibili finanziatori a fidarsi della tua idea imprenditoriale?

Anche nella tua vita da imprenditore, o aspirante tale, prima o poi arriva il momento di fare i conti con un Business Plan.

I motivi sono diversi: potresti voler avviare una nuova attività, ampliarne o ristrutturarne una già esistente, e in entrambi i casi voler accedere al credito. Oppure potresti voler redigere un Business Plan per ragioni interne all’azienda.

In capo a tutte queste variabili, il bisogno resta quello di poter contare su un documento professionale, quanto più completo e corretto in ogni sua parte.

Cosa non semplice questa, trattandosi di informazioni descrittive e numeriche relative a strategia, prodotti, mercato, concorrenti, aspetti economico-finanziari, ecc.

Insomma, argomenti, materie e discipline che non sono alla portata di tutti, e che non sempre si riesce a masticare senza una solida e mirata preparazione.

Ecco perché le imprese ricorrono all’aiuto di un consulente Business Plan esperto in materia, in grado di compilare il piano d’impresa, anche detto “piano strategico aziendale”.

Contattaci per una consulenza
Un nostro esperto ascolterà le tue esigenze e concorderà con te il modo migliore di agire per la tua azienda

A chi può essere rivolto il Business Plan

Il Business Plan può essere rivolto a diversi interlocutori o anche alla propria realtà interna, quindi a:

Si tratta, quindi, di inquadrare due diversi obiettivi: uno interno e l’altro esterno, a seconda di ciò che vuoi ottenere attraverso il tuo piano strategico aziendale.

Se lo scrivi per la tua azienda, ti permette di fissare nero su bianco obiettivi precisi di business e marketing, e in base a questi – e alle azioni che ne seguiranno – di valutarne i risultati a tendere (secondo un periodo medio-lungo).

Attraverso il Business Plan puoi prendere decisioni guidate e più consapevoli, verificarne e confrontarne i risultati attesi secondo le variabili messe in conto dal progetto, che ti permettono di seguire la strada più vantaggiosa.

Chi traccia quella strada, però, deve saperlo fare con puntuale rigore scientifico, altrimenti il risultato non potrà poggiare su basi concrete, ma solo sperate.

Consulenza Finanziaria Business Plan

Secondo quanto premesso, il Business Plan è sempre un documento fondamentale per l’impresa, tuttavia ci sono casi in cui lo devi presentare “su richiesta”.

Per esempio, se vuoi accedere al credito perché stai avviando una start up o vuoi fare dei cambiamenti alla tua azienda, attraverso questo documento dovrai convincere il possibile finanziatore a fidarsi della tua idea imprenditoriale. E quindi, a erogare il prestito.

A questo proposito, devi considerare che non sei il solo a chiedere soldi per lavorare, e che chi sceglie di sostenere proprio il tuo progetto, investendo nella tua idea, deve poterne percepire la solidità e la fattibilità.

Per loro si tratta pur sempre di un investimento potenzialmente rischioso, che richiede valutazioni precise sulla base di bilanci e garanzie.

Ecco perché diventa necessario, in molti casi, avvalersi della consulenza aziendale finanziaria, o di un consulente business plan, per essere sicuri di presentare un documento in grado di competere con tanti altri progetti.

Cosa inserire nel Business Plan

Struttura e contenuto dipendono dall’obiettivo del Business Plan e dalle caratteristiche del progetto imprenditoriale.

Tutto ruota intorno alla tua strategia aziendale e al piano economico finanziario che dovrà declinarsi in tutti gli aspetti attraverso un’analisi chiara, precisa e supportata dai dati.

Considera che devi spiegare al meglio la tua idea imprenditoriale, visto che dovrà passare al vaglio di occhi esperti. Occhi che giudicheranno sia la forma sia il contenuto del tuo Business Plan.

Per quanto riguarda il contenuto, dovrai convincere i finanziatori di essere in grado di ricavare profitti per risanare il tuo debito, evidenziando tutte le caratteristiche del tuo progetto imprenditoriale, quindi dovrai:

  • fare un’ analisi della tua azienda considerando tutti gli aspetti della tua business idea, sia essa una nuova attività o un’impresa già esistente
  • mettere in conto le conseguenze delle diverse strategie economico-finanziarie, di marketing, produttive e commerciali
  • fissare un tempo entro il quale tirare le somme degli obiettivi delineati.

Entrando nel dettaglio, dovrai mettere a fuoco, con dati a supporto, alcuni elementi come la sostenibilità del tuo business e la previsione dei ricavi, la soddisfazione di bisogni e desideri che puoi garantire attraverso la tua proposta di valore, rispetto alla concorrenza.

Dovrai poi analizzare il tuo cliente, quindi il mercato al quale ti rivolgi, i canali di vendita, il controllo dei tempi e dei modi di distribuzione, le relazioni con i clienti nella fase iniziale, in quella della fidelizzazione e nella fase di crescita.

Idealmente, un Business Plan rivolto alla ricerca di finanziamenti si divide in due sezioni: una descrittiva e una numerica.

for-freedom-persone-2

Consulenza per Business Plan per piccole e medie imprese

Ci muoviamo in tutta Italia, sostenendo le piccole e medie imprese italiane.

Noi di For Freedom possiamo presentarci con una prima consulenza gratuita che ti darà modo di confrontarti con un esperto in analisi e crescita aziendale.

Se stai cercando un consulente Business Plan che ti affianchi nella redazione del tuo piano strategico aziendale, e che ti aiuti a realizzare il tuo progetto d’impresa o d’investimento, assicurati che abbia tutte le competenze del caso.

Non è facile capire se la persona alla quale stai affidando il tuo futuro sia o meno il professionista capace di incrociare tutte le variabili legate a discipline e argomenti di Marketing, Vendite, Produzione, Logistica, Organizzazione, Gestione, Amministrazione e Finanza.

Ci muoviamo in tutta Italia, sostenendo le piccole e medie imprese italiane.