Free cookie consent management tool by TermsFeed
for-freedom-consulting-logo-bianco
assolombarda-v

Controllo di gestione aziendale

Controllo di gestione: una verifica del tuo operato aziendale

Controllo di gestione: ecco il suo identikit

Ricordi il giorno di verifica a scuola? L’ansia che sale, gli ultimi ripassi prima dell’arrivo in classe del docente, scongiuri e spergiuri… Anche i più preparati finivano sotto lo scacco matto dell’ansia da prestazione.

Nonostante il grosso apporto emotivo e ansiogeno che quelle verifiche comportavano, il loro obiettivo era ben preciso e necessario: valutare a che livello di apprendimento fosse la classe.

Lo strumento in mano ai docenti per capire se il programma scolastico poteva andare avanti o se era necessario ritornare sugli argomenti così da non lasciar indietro nessuno.

Ecco, considera il controllo di gestione come una verifica del tuo operato aziendale, ma priva di ansie e timori. Anche conosciuto come controllo direzionale, si rende necessario per capire l’andamento aziendale e migliorarne così la produttività.

Grazie a questa analisi di gestione potrai evitare gli sprechi sia in termini di soldi che di energie perché sarà più facile analizzare sia gli aspetti economici, sia quelli produttivi per scoprire se siano tutti in linea tra loro al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati.

Controllo direzionale: un alleato contro il caos numerico

Il controllo di gestione ti parla della tua azienda in tempo passato, presente e futuro. Perché come disse una volta un saggio “Tenetevi stretti gli amici e ancor più i nemici”. E purtroppo lo sappiamo bene: nonostante il ruolo da imprenditori, i dati a volte possono essere dei nemici duri da combattere. Ma con un controllo di gestione è molto più facile conoscerli e trarne beneficio, perché:

  • Ti permettono di individuare dispersioni
  • Ti permettono di pianificare scelte aziendali
  • Impari a leggere solo i dati realmente necessari

Gli stessi bilanci non saranno più tavole piene di geroglifici. Cosa vuol dire leggere un dato nel bilancio? Non è solo analizzare una situazione attuale: significa anche ricavare da quell’informazione la strategia per correggere la rotta e raggiungere gli obiettivi prefissati!

Contattaci per avere assistenza
Un nostro esperto ascolterà le tue esigenze e concorderà con te il modo migliore di agire per la tua azienda

Chi fa il controllo di gestione?

Noi di For Freedom ci impegniamo a garantire sempre il massimo del lavoro e della professionalità. Non vogliamo proporre soluzioni poco chiare e offrire un servizio che resta solo nelle mani di chi lo effettua.

Non è nella nostra natura, e non staremmo qui a spiegarvi passo per passo l’importanza di un GE.A.S. (gestione analitica semplificata). Sulla base di queste premesse si fonda il lavoro dei nostri Controller, ovvero gli esperti in materia di controllo di gestione. Sono loro ad effettuare su richiesta un’analisi di gestione attraverso:

  • Analisi dei dati
  • Individuazione delle criticità
  • Soluzioni attuabili
  • Trasferimento del know-how

Come si svolge un controllo di gestione?

Affiancato dai nostri esperti Controller durante un’analisi di gestione, noterai come il lavoro non sia racchiuso in un’unica operazione. Un buon GE.A.S. richiede l’insieme di più attività distinte temporalmente affinché possa essere garantito un buon risultato.

1.

Riclassificare il bilancio

Obiettivo? Semplificare! Trattandosi di documenti con finalità fiscale, i bilanci sono spesso e volentieri complessi. Sembra quasi che lo facciano apposta per aumentare le difficoltà che ogni giorno gli imprenditori di piccole o medie imprese devono affrontare.

Hai presente le parti dedicate ai conti economici e agli stati patrimoniali? Sono forse le più insidiose, perché ricche di dettagli, a volte anche superflui ai fini della gestione. Tutto sta infatti nel saperli scremare, così da poter procedere con una lettura più precisa e priva di ambiguità.

Ora come ora sapresti distinguere le spese variabili dagli investimenti, isolando i costi fissi da quelli variabili? Se la risposta è no, tranquillo. Come dicevamo prima, la lettura dei bilanci rientra forse tra le 12 fatiche di Ercole.

2.

Analisi comparata

Non è il massimo quando ci ritroviamo oggetto di confronti, specie se con accezione negativa. Eppure, ogni tanto i paragoni servono ma solo se fatti con criterio.

Un’analisi comparata in fase di controllo di gestione serve infatti per avere maggiore consapevolezza tra il bilancio attuale e quello precedente Serve per capire se quello che si è fatto oggi è migliorato rispetto al passato o viceversa.

3.

Bilancio previsionale

Anche detto: fare il budget! Non serve la sfera di cristallo, ma una buona dose di concretezza e anche un pizzico di originalità. Mano ferma e grande serietà, perché sarà necessario inserire nel bilancio le voci dei costi fissi e dei costi variabili. In questo modo il quadro sarà più completo. Discorso diverso invece per i ricavi, che sono una variabile più complessa da stimare. Facendo riferimento ai vari kpi è possibile impostare un previsionale decisamente realistico.

Questa attività concorre quindi ad ipotizzare il bilancio aziendale del nuovo anno. E quel pizzico di originalità? Stimare il bilancio previsionale è anche l’occasione per inserire nuove idee e progetti per la tua attività!

4.

Analisi degli scostamenti

È arrivato il momento di fare i conti. Attraverso il controllo di gestione potrai confrontare giornalmente i risultati ottenuti con quelli ipotizzati all’interno del bilancio previsionale. Solo così potrai valutare la pianificazione aziendale effettuata, misurando le differenze e analizzando l’efficacia reale delle tue risorse aziendali.

Farlo o non farlo: questo è il dilemma

Ti stai chiedendo se questa analisi sia obbligatoria? La risposta è no. Ma non tirare un sospiro di sollievo. Per il benessere della tua azienda forse faresti meglio a considerarla indispensabile.

Un’attività di controllo della gestione aziendale ti permette di raccogliere egregiamente i dati provenienti da qualsiasi ramo produttivo. Con un controllo direzionale leggere i dati, capirli e sfruttarli al meglio è molto più semplice. Già solo questo è uno spreco di tempo in meno, no?

Perché ottimizzare le risorse vuol dire anche semplificare, aumentando così i guadagni!

I nostri esperti sono in grado di strutturare un controllo di gestione ad hoc per la tua attività, che sia una micro, piccola o media impresa

Attraverso una mirata pianificazione, una specifica esecuzione, un lavoro di reporting ed infine offrendo la soluzione applicata, non lasciando nulla al caso. Vogliamo restituirti un’analisi che sia quanto più completa e di ispirazione per nuovi progetti e obiettivi. Per farlo il lavoro si baserà sempre su un rapporto di estrema fiducia e trasferimento di competenze, sia da un lato che dall’altro.

Se vuoi ulteriori chiarimenti sul controllo di gestione o richiedere un nostro servizio, non esitare a contattarci.