Free cookie consent management tool by TermsFeed
for-freedom-consulting-logo-bianco
assolombarda-v

Aumento del costo del denaro: come impatta sulla liquidità di cassa

Vuoi garantire alla tua azienda la sopravvivenza? Impara a gestire il tuo Capitale Operativo
Flusso di cassa e Capitale Operativo PMI artigiane
Contenuti

La cosiddetta “Variante in corso d’opera” è una frase entrata nel linguaggio comune. Qualche decennio fa, nel periodo di Vacche Grasse, simboleggiava una certa facilità con cui l’amministrazione pubblica accettava lavori un po’ gonfiati, ma adesso…

…è diventata lo spauracchio degli imprenditori i cui preventivi vanno gambe all’aria per l’aumento improvviso dei costi. 

In parole povere, fai un preventivo calcolando un certo profitto per le tue tasche, ma quel profitto viene eroso – o addirittura azzerato – da aumenti dei costi inaspettati…

E la tua liquidità di cassa va in crisi.

Ma gli aumenti improvvisi dei costi non sono l’unica minaccia alla tua liquidità. Un imprenditore attento tiene d’occhio anche questi due fattori, tra loro correlati:

  • erosione dei margini di profitto
  • aumento del costo del denaro

Per monitorare l’erosione dei margini di profitto, durante le consulenze alle imprese che assistiamo non ci limitiamo a consultare le carte fornite dal commercialista (spesso superficiali, soprattutto se si è in Regime Semplificato) ma addirittura riclassifichiamo il conto economico

Cosa significa? Andiamo ad attribuire ad ogni costo la sua origine, scorporando così i singoli costi in voci dettagliate. 

Questo lavoro certosino è assolutamente necessario quando l’azienda ha molto lavoro, dall’esterno sembra fiorente, ma a fine anno l’imprenditore fa i conti e si ritrova con un pugno di mosche. 

(Abbiamo parlato di una situazione simile e di come abbiamo risolto il problema nel caso studio: “il Ristorante sempre pieno ma col cassetto vuoto”)

Questo problema si verifica ad esempio quando si fa un preventivo a inizio anno senza poter prevedere un aumento del costo delle materie prime o del denaro.

Come detto, nel caso del Ristorante ci siamo accorti che i suoi costi erano lievitati nel tempo mentre i prezzi sul menù (cioè il suo “preventivo”) non avevano seguito questi aumenti. Era perciò finito in un circolo vizioso in cui – a parità di clienti serviti – lavorava sempre di più solo per trovarsi il conto in banca sempre più vuoto.

E se il 2022 è stato l’anno nero per l’aumento del costo delle materie prime e dell’energia – nonché per l’aumento a (quasi) due cifre dell’inflazione, il 2023 si prevede sarà l’anno nero per l’aumento del costo del denaro.

Liquidità di cassa e Costo del denaro: perché sono correlati?

Nel tentativo di rallentare la spinta inflazionistica, la Banca Centrale Europea ha deciso di aumentare i tassi di interesse sui prestiti

Secondo alcune stime, questo aumento del costo del denaro andrà a influire sulle aziende italiane per circa 15 miliardi. 

Da una parte, per le aziende sarà più difficile e costoso accedere al credito ed avere prestiti…

Dovranno quindi rimandare investimenti a lungo termine per ammodernare il reparto produttivo. Inoltre, un prestito a breve termine o un fido per tenere sotto controllo l’operatività aziendale costeranno di più.

D’altra parte, anche per i consumatori accedere al credito sarà più costoso (ad esempio, subiranno l’aumento della rata del mutuo) perciò reagiranno negativamente tendendo a comprare meno e cercando il prezzo più basso. 

La conseguenza è una minore propensione all’acquisto che si rifletterà direttamente sulle casse degli imprenditori. 

In uno scenario del genere diventa una priorità rivedere la pianificazione finanziaria rispetto agli indici di cash flow della tua azienda… tenendo conto dell’innalzamento del costo del denaro. 

Cos’è il Flusso di Cassa aziendale

La gestione del Cash Flow è una materia complessa e richiede un’analisi approfondita di quello che entra ed esce dall’azienda, soprattutto se si vuole intervenire per renderla positiva.

Semplificando, un’azienda genera flussi di denaro in entrata (attraverso vendite, finanziamenti e rendimenti degli investimenti) e flussi di denaro in uscita (investendo in forniture, servizi, personale, e pagando tasse, utenze e costi bancari). 

Avere un flusso di cassa positivo è fondamentale per non rimanere a corto di liquidità. Il flusso di denaro in entrata deve essere maggiore di quello in uscita.

Inoltre, c’è differenza tra ottenere un profitto e avere un flusso di cassa costantemente positivo. 

Analizzare il flusso di cassa ti permette di capire dove stanno andando i tuoi soldi nel breve periodo. Un flusso di cassa negativo intaccherebbe pian piano il Capitale Operativo minimo della tua impresa delineando l’inizio di una crisi finanziaria. 

Cosa significa? Significa che anche se hai molto lavoro, stai fallendo.
Addirittura, in una situazione del genere più lavoro hai e più ti stai avvicinando al baratro del fallimento perché produrre ti fa perdere più soldi che stare fermo. Il Cash Flow negativo avrà intaccato così pesantemente il Capitale Operativo che non potrai far fronte alle esigenze finanziarie della tua azienda.

Per evitare questo destino devi riprendere il controllo del tuo Capitale Operativo.

Capitale Operativo: cos’è e come si calcola

Il Capitale Operativo è la quantità di denaro che serve per finanziare l’attività quotidiana di un’impresa. È composto dalle risorse necessarie per mantenere l’attività in funzione giorno per giorno. Inoltre è un indicatore importante per valutare la stabilità finanziaria dell’impresa a breve termine.

In linea di principio, non è difficile calcolarlo. Si tratta di conoscere le Attività a breve termine dell’azienda (cioè i flussi di denaro in entrata) e a queste sottrarre le Passività a breve termine (i flussi di denaro in uscita). 

Capitale operativo = Attività a breve termine – Passività a breve termine

Se vuoi calcolarlo, tra le attività a breve termine trovi anche:

  • Materie, semilavorati e prodotti finiti che possono essere immessi subito sul mercato.
  • Crediti che hai verso i clienti (e che riuscirai ad incassare a breve)

Tra le Passività trovi:

  • Gli stipendi dei dipendenti e collaboratori
  • I debiti coi fornitori da saldare
  • Debiti da prestito
  • Debiti verso la Pubblica amministrazione come IVA

Una volta fatti questi calcoli puoi trovarti di fronte a tre alternative:

  • Hai un risultato decisamente positivo: puoi tirare un sospiro di sollievo.
    Se i conti sono giusti, vuol dire che l’azienda sta andando verso un futuro di successi e soddisfazioni.
  • Hai un risultato solo leggermente positivo: in questo caso il Capitale Operativo ti sta consentendo di tirare avanti ma è come se la tua azienda fosse appesa a un filo sottile che da un momento all’altro potrebbe spezzarsi. Ad esempio, una commessa che salta all’improvviso. Averlo scoperto ti consente però di prendere già dei provvedimenti immediati.
  • Hai un risultato negativo: è la situazione peggiore e se non fai qualcosa in fretta la tua impresa, presto o tardi, sarà tecnicamente fallita. 

Un risultato negativo vuol dire che – anche se il lavoro non ti manca – non sei in grado di pagare tutte le passività a breve termine e quindi l’azienda non è in grado di autofinanziarsi. 

Eccoti un indicatore di questa situazione: sei costretto a ritardare di qualche settimana i pagamenti ai fornitori e di qualche giorno i pagamenti degli stipendi dei dipendenti, finché non ricevi il saldo di alcune fatture.

Ti sta capitando? Se la risposta è sì, dovresti correre ai ripari prima che la situazione diventi insostenibile.

Cosa puoi fare?

Gli specialisti di For Freedom sono pronti ad aiutarti a mantenere attivo il Flusso di cassa e il Capitale Operativo.

Ti aiuteremo a scoprire se hai sprechi “misteriosi” che affossano i tuoi profitti, come i reali costi bancari che stai pagando – spesso, senza nemmeno rendertene conto.

In più, ti aiuteremo a capire qual è il ciclo monetario ideale per te, se puoi ridurre il carico fiscale – e quindi i prezzi finali al cliente – e anche qual è il vero costo per unità prodotta dalla tua azienda. Un dato troppo spesso ignorato da tante PMI artigiane.

Chiedici una consulenza gratuita.

Richiedi una consulenza preliminare gratuita agli specialisti di For Freedom Consulting. Sarà la decisione migliore che prenderai quest’anno.

Chiedici una consulenza gratuita
Sarà la decisione migliore che prenderai quest’anno
Chiedici una consulenza gratuita
Sarà la decisione migliore che prenderai quest’anno