Free cookie consent management tool by TermsFeed
for-freedom-consulting-logo-bianco
assolombarda-v

Formazione dipendenti e collaboratori: Bonus Formazione 4.0 e Fondo Nuove Competenze

Ricevi un credito d’imposta per l’evoluzione della tua azienda grazie alla finanza agevolata
formazione-dipendenti-e-collaboratori
Contenuti

Trasformare un’azienda è difficile. Forse anche più di fondarla

Quanti corsi di formazione acquisti per i tuoi dipendenti e collaboratori?

Se hai costruito la tua azienda con un punto di vista lungimirante, allora è facile che la formazione di qualità per il tuo staff non manchi mai.

Se i tuoi dipendenti e collaboratori sono particolarmente brillanti, potrebbero essere proprio loro che ti chiedono una formazione continua per essere sempre al TOP nel proprio ramo.

Ma non è sempre così. Anzi, è frequente che un imprenditore non abbia politiche di formazione “avanzate” per i suoi collaboratori.

Molti imprenditori infatti ricadono in queste 2 categorie:

Categoria 1: L’imprenditore che non ha bisogno di “sprecare” soldi in formazione (o almeno così crede)…

Per fortuna sono sempre meno, ma comunque pensano che la formazione sia una perdita di tempo e soldi, che mandare i dipendenti “ai corsi” significhi perdere produttività e quindi si limitano a quella imposta per legge.

Qual è il problema principale di questo modo di vedere l’impresa?

Come dimostrano i fatti, il primo problema di questa mentalità è la continua perdita di competitività rispetto ai concorrenti che – al contrario – investono per tenersi aggiornati.

Ma non finisce qui.

Il secondo problema è che queste aziende non attirano i TALENTI. Una persona di talento ci tiene al proprio lavoro e vuole farlo in un ambiente che sia per lui un continuo stimolo.

Proprio per questo tende a scegliere aziende che gli possano garantire una crescita personale e professionale continua.

Categoria 2: L’imprenditore “vecchio stampo”

In questo caso l’imprenditore non investe in formazione avanzata per un motivo semplice: ai suoi tempi, quando ha fondato l’impresa, non ce n’era bisogno.

Il “mestiere” si imparava sul campo, facendolo giorno per giorno. Magari è un’azienda nata durante il boom economico: ha iniziato a produrre un bene e lo ha venduto senza molte difficoltà.

L’intraprendenza e l’intuito sono stati ripagati per molti anni ma, anche in questo caso, oggigiorno i concorrenti aumentano, hanno sempre più competenze tecnologiche, tagliano i prezzi e diventa difficile stare sul mercato

Anche per questi imprenditori “vecchio stampo”, arriva il momento – magari su iniziativa dei figli o persino per il passaggio generazionale in azienda – in cui iniziano a guardarsi attorno per capire cosa fare.

Sanno che le aziende devono maturare nuove competenze per riguadagnare le fette di mercato perse, ma non sanno da dove iniziare.

Ecco, se anche tu hai capito che la formazione di qualità è quello che ti serve, allora ti conviene approfittare di una serie di iniziative che mirano a “evolvere” il tessuto imprenditoriale italiano…

Perché non approfittarne?

Eccone due in particolare: Bonus Formazione 4.0 e Fondo Nuove Competenze

Bonus Formazione 4.0

Con Formazione 4.0 puoi recuperare fino al 70% dei costi di formazione e affiancamento dei tuoi dipendenti sotto forma di crediti d’imposta.

Lo scopo di questo “bonus” è quello di facilitare la transizione tecnologica e digitale delle aziende italiane, attraverso la formazione.

A chi è rivolto il Bonus Formazione 4.0?

Tutte le imprese in regola sul territorio italiano, cioè che siano già in regola:

  • con le norme relative alla sicurezza sul lavoro
  • con i versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori.

Sono escluse le aziende che si trovano in stato di liquidazione volontaria o coatta, fallimento o aziende che hanno sanzioni interdittive.

Il Bonus prevede il rimborso sia dei costi delle ore “lavorate” (da 180 a 360 ore all’anno), sia i costi del personale che forma il tuo staff (i cosiddetti “tutor”).

Quanto è il tetto massimo per il credito d’imposta?

  • fino al 50% per le piccole imprese (con limite massimo annuale di 300 mila euro)
  • fino al 40% per le medie imprese (con limite massimo annuale di 250 mila euro)
  • fino al 30% per le grandi imprese (con limite massimo a 250 mila euro)

Fondo Nuove Competenze

Cofinanziato dal Fondo sociale europeo, il Fondo nuove competenze prevede il rimborso del costo delle ore destinate ai corsi per sviluppare nuove competenze nei lavoratori.

Le richieste potranno essere presentate già dal 13 dicembre 2022 fino al 28 febbraio 2023 e verranno prese in considerazione in ordine di arrivo. Ma ti conviene essere veloce: i fondi saranno erogati fino ad esaurimento del budget.

Tutte le domande che non potranno essere accolte per insufficienza di fondi verranno messe in pausa nell’eventualità che vengano aggiunti altri fondi.

Come funziona il Fondo Nuove Competenze?

Il fondo rimborserà il costo delle ore dei dipendenti spese in formazione (compresi i contributi previdenziali e assistenziali). Inoltre, questo fondo è cumulabile con eventuali altre agevolazioni di Fondi Interprofessionali.

Il contributo che il Fondo può erogare per singola istanza può arrivare fino al massimo di 10 milioni e i progetti formativi variano, con una durata compresa tra le 40 e le 200 ore complessive da attuare entro il 2023 ed entro 150 giorni dall’approvazione dell’istanza.

A chi è rivolto il Fondo Nuove Competenze?

Si rivolge a tutte le imprese sia private che a partecipazione pubblica in regola.

Cioè parliamo di aziende che:

  • non hanno “anomalie” con i versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori.
  • non sono in stato di liquidazione volontaria o coatta, fallimento o aziende che hanno sanzioni interdittive.
  • non hanno contenziosi con ANPAL
  • hanno sottoscritto (entro il 31 dicembre 2022) un accordo collettivo di “rimodulazione dell’orario del lavoro”

Trasformare un’azienda è difficile. Forse anche più di fondarla.

Proprio per questo noi di For Freedom vogliamo aiutarti ad affrontare la transazione digitale in tutte le fasi di questo processo.

Ragioneremo insieme per capire quale contributo, fondo o bonus si adatta meglio alle tue esigenze aziendali, verificheremo i requisiti e ti aiuteremo ad avere il massimo beneficio fiscale possibile.

Chiedi adesso la tua consulenza gratuita: un nostro consulente sarà a tua disposizione per analizzare la tua situazione. Compila il modulo con i tuoi dati e prenota un ricontatto.

Richiedi una consulenza gratuita
Compila il form e sarai ricontattato nel minor tempo possibile
Richiedi una consulenza gratuita
Compila il form e sarai ricontattato nel minor tempo possibile