for-freedom-consulting-logo-bianco
assolombarda-v
Cerca
Close this search box.

Come far crescere l’azienda, Puntata 1 di 4 – Il Primo Trimestre dell’Anno

Perché devi stilare il Business Plan per l’anno in corso entro la fine di gennaio
Come far crescere l’azienda, Puntata 1 di 4 - Il Primo Trimestre dell’Anno. Perché devi stilare il Business Plan per l’anno in corso entro la fine di gennaio
Contenuti

Iniziamo un ciclo di articoli che descrivono le attività più importanti da mettere in campo in ogni trimestre dell’anno per far crescere la tua PMI, partendo quindi da gennaio.

Cerchi sempre idee per migliorare l’azienda? È bene iniziare ogni nuovo anno di lavoro con un focus sulla pianificazione e sul controllo, due pilastri fondamentali per la crescita di ogni azienda. Per riuscirci, tuttavia, è fondamentale avere in mano il bilancio dell’anno precedente chiuso al 31-12. In sostanza non puoi aspettare che il commercialista te lo dia a metà primavera.

Pensa a te stesso come a un esperto pilota di rally, dove ogni scelta e manovra si basa non solo sull’istinto, ma su un’attenta conoscenza del percorso e delle condizioni della tua auto. In questo contesto, il controllo di gestione è il tuo cruscotto dell’auto, che ti fornisce informazioni vitali per pilotare l’azienda e prendere le decisioni che ti porteranno il maggior beneficio possibile.

Insomma, è quello che serve AD OGNI IMPRENDITORE per sapere come investire nella propria azienda.

Stilare il Business Plan entro gennaio, basato sui Dati Storici recenti

Il primo passo per un anno di successo è stilare il tuo Business Plan entro la fine di gennaio (ma prima lo redigi e meglio è). 

Come un buon pilota analizza le performance passate della sua auto, così tu dovresti basare il tuo Business Plan sui dati storici, in particolare sugli ultimi sei mesi per avere una fotografia recente dell’andamento aziendale. Questo ti aiuterà a comprendere meglio le tendenze, le sfide e le opportunità specifiche della tua azienda.

Ti darà insomma suggerimenti preziosi per migliorare il lavoro per i mesi successivi.

Aggiorna il Business Plan con frequenza

Il mondo degli affari è dinamico, e così dovrebbe essere il tuo Business Plan. Come un pilota regola la sua strategia in base alle condizioni della pista, così tu dovresti essere pronto a rimodulare il tuo piano in base a:

  • novità di mercato (nuove tecnologie, tendenze dei consumatori, nuovi competitor…)
  • variazioni dei costi (materie prime, energia, trasporti…)
  • cambio dell’assetto societario (ad esempio se un socio lascia l’azienda)
  • mutamenti nella dimensione dell’azienda
  • o a nuove normative fiscali 

Gli sconvolgimenti che un’azienda affronta nel corso dell’anno sono anche più di questi. Un Business Plan flessibile ti permetterà di rimanere agile e reattivo di fronte ai cambiamenti, massimizzando le opportunità e minimizzando i rischi. 

Impostare il Controllo di Gestione: Pianificazione Fiscale e Finanziaria del primo trimestre

All’inizio dell’anno, è cruciale che tu, come imprenditore di una PMI artigiana, ti adatti rapidamente alla nuova Manovra di Bilancio del Governo. Potresti aver bisogno di un esperto per comprendere come le ultime modifiche fiscali e normative possano influenzare la tua azienda, sia in termini di oneri fiscali che di opportunità di agevolazioni. 

Per esempio, una variazione dei contributi previdenziali e modifiche nell’imposizione fiscale sui premi di produttività possono avere un impatto diretto sul tuo carico fiscale e su quello dei tuoi dipendenti.

Strategie per una Pianificazione Fiscale ed Economica Efficace

La pianificazione fiscale ed economica di un’azienda in crescita richiede un approccio olistico. Invitiamo sempre gli imprenditori che assistiamo a considerare i seguenti aspetti:

  • Monitoraggio del Flusso di Cassa: Tieni traccia delle entrate e delle prossime uscite di soldi per evitare spiacevoli sorprese e mantenere la liquidità. Ad esempio, tieni a mente che dovrai versare l’IVA e pagare degli F24. 
  • Ottimizzazione dei Costi: Valuta le spese ricorrenti e quelle “una tantum”, quindi identifica le aree in cui è possibile ridurre i costi aziendali senza compromettere la qualità del lavoro o del servizio. 
  • Investimenti Strategici: Puoi effettuare investimenti, sia in termini di attrezzature che di personale, considerando i possibili sviluppi di fatturato e l’eventuale impatto fiscale? O forse è meglio rimanere a parità di fatturato ma lavorare sulla marginalità? 
  • Pianificazione per le Contingenze: Prepara un piano per eventuali imprevisti, come variazioni improvvise nei costi di materiali o energia (ricordiamo tutti gli effetti dello scoppio della guerra in Ucraina, per esempio).

Il primo trimestre è il momento ideale per impostare o rivedere il tuo controllo di gestione, perché gli interventi messi in campo ora produrranno i loro effetti per un maggior numero di mesi nell’anno. Ad esempio, un buon controllo di gestione ti permette una costruzione più accurata del tuo costo industriale, così da adeguare i preventivi delle tue commesse per tutto l’anno.

Individuare i KPI del tuo cruscotto aziendale

Nel primo trimestre, un elemento cruciale per il consolidamento della tua impresa è l’identificazione e il monitoraggio dei Key Performance Indicators (KPI). I KPI sono come gli strumenti sul cruscotto della tua auto aziendale: ti dicono esattamente come sta andando la tua impresa e dove potrebbero esserci dei problemi. 

Non tutti i KPI sono cruciali, ma alcuni sono indispensabili per avere il polso della tua azienda, come il margine di profitto, il tasso di riacquisto del cliente medio, il ciclo di vita del prodotto, o l’efficienza della produzione.

Quando iniziamo un rapporto di consulenza con un’impresa, infatti, uno dei primissimi incarichi dei nostri analisti è determinare proprio quali sono i KPI rilevanti per l’azienda assistita.

Reagire Prontamente a Variazioni Negative

Quando uno dei tuoi KPI mostra un trend negativo, è come se una spia di allarme si accendesse sul cruscotto della tua auto. Ecco allora alcuni passi da seguire:

  • Analisi Immediata: Indaga subito la causa della variazione. È dovuta a fattori interni, come un cambio generazionale al timone dell’azienda, o a fattori esterni, come mutamenti nel mercato? 
  • Piano di Azione: Sviluppa un piano per affrontare questa sfida. Ciò potrebbe includere il cambio di priorità alle tue commesse, investire in formazione del personale o magari la rinegoziazione con fornitori e banche. 
  • Comunicazione Chiara: Informa il tuo team dei cambiamenti e delle azioni da intraprendere, assicurandoti che tutti siano allineati e coinvolti nel processo di miglioramento. 
  • Monitoraggio Costante: Rimani con gli occhi fissi sul KPI per valutare l’efficacia delle tue azioni e apportare ulteriori regolazioni se necessario.

Come puoi proteggerti dai Rischi

Ancora più importante che reagire ai problemi quando si presentano, è prevenire potenziali rischi. Ad esempio diversifica: sfrutta questo momento dell’anno per capire come non dipendere troppo da un singolo cliente, fornitore (inclusa una sola banca) o prodotto. La diversificazione può aiutarti a ridurre i rischi.

Inoltre, prepara un piano B per scenari critici come un problema nell’approvvigionamento o cambiamenti nei regolamenti. In questo, affidati ad un consulente esperto in risk management e gestione di crisi d’impresa così da sapere sempre cosa fare qualora si presentasse una situazione difficile.

In conclusione: la tua strada verso il successo nel Primo Trimestre

In queste settimane cruciali dell’anno, hai l’opportunità di impostare la tua azienda per un anno roseo. Ricorda i punti chiave che abbiamo esplorato insieme:

  1. Stilare il Business Plan entro Gennaio: Basati sui dati storici e sii pronto a aggiornarlo in base alle novità.
  2. Pianificazione Fiscale e Finanziaria: Adatta la tua strategia alla nuova manovra di bilancio e ottimizza i tuoi processi fiscali ed economici.
  3. Individuare i KPI del Tuo Cruscotto Aziendale: Monitora i KPI per identificare tempestivamente le criticità e adotta misure correttive proattive.

Come imprenditore, hai la responsabilità di guidare la tua azienda verso il successo. Il cruscotto è uno strumento che ti rende visibili informazioni che magari non conoscevi, ma solo TU puoi prendere azioni di conseguenza.

Ricorda però che non devi farlo da solo. Se ti trovi ad affrontare incertezze o sfide, sappi che un supporto esperto può fare la differenza.

Prenota Ora la Tua Consulenza Conoscitiva con i Tecnici di For Freecom Consulting.

Insieme, possiamo elaborare strategie personalizzate per il controllo di gestione, la pianificazione fiscale e molto altro, per aiutarti a chiudere ogni anno con il segno “+” rispetto al precedente.

CONSULENZA PRELIMINARE GRATUITA
Desideri trasformare la tua azienda e raggiungere una solidità finanziaria senza precedenti? Contattaci, insieme possiamo pianificare il successo finanziario del tuo business!
CONSULENZA PRELIMINARE GRATUITA
Desideri trasformare la tua azienda e raggiungere una solidità finanziaria senza precedenti? Contattaci, insieme possiamo pianificare il successo finanziario del tuo business!